Tag : fede sarda

HomePosts Tagged fede sarda

La fede sarda in filigrana, gioiello artigianale sempre di moda

Durante le vostre vacanze 2018 non potete non dedicare almeno una giornata allo shopping in sud Sardegna. Avrete l’imbarazzo della scelta tanto variegata è l’offerta dei prodotti ed oggetti tipici frutto di un raffinato lavoro artigianale. Uno dei pezzi simbolo dell’artigianato isolano è sicuramente rappresentato dalla Fede sarda. Shopping in sud Sardegna: la Fede Sarda La Fede sarda è un anello dal profondo valore simbolico, che lega indissolubilmente le donne sarde alla loro storia, tradizioni, simbolismi e leggende. Un gioiello di indiscussa bellezza, sofisticato, che gode di tanto apprezzamento non solo da parte delle donne dell’isola ma anche di turisti e visitatori, che acquistandola l’hanno fatta conoscere al di fuori del’isola facendola diventare un must have di tendenza. Ideale per farsi o fare un regalo, pezzo che non può mancare nella vostra lista della sesa in sud Sardegna. Di una bellezza senza tempo, questo gioiello in filigrana viene realizzato a mano in oro giallo o argento, ha un ricamo prezioso, frutto di minuziosa lavorazione che dà all’anello un fascino tutto suo. La Fede sarda può avere diverse larghezze e aspetti variegati grazie alle molteplici lavorazioni dei fili d’oro. In taluni casi può essere impreziosita con corallo, pietre o gemme. Le piccole sfere, tipiche del gioiello, simboleggiano i chicchi di grano che vengono ricondotti alla prosperità e quindi sono di buon auspicio per la donna che la indossa. La Fede sarda in filigrana tra storia e leggenda Chi visita la Sardegna meridionale (e non solo) non può non approfondire la conoscenza dei pezzi del suo artigianato. Acquistarli e portarli a casa è un modo per portare con sé e custodire un po’ dell’anima dei sardi. Diverse le leggende che ruotano attorno alla Fede sarda. Si narra che gli uomini, prima di dichiarare amore eterno alla propria donna, si recassero nelle Domus de Janas (strutture sepolcrali dell’età preistorica scavate nella pietra presenti in Sardegna), dimora delle Janas, appunto, ovvero le fate del luogo. Erano loro, in segno della loro approvazione e protezione, a realizzare un anello intessuto con un filo d’oro, da porre sul dito sinistro dell’amata come, ancora oggi, vuole la tradizione. Un rito tramandato di generazione, attraverso cui ogni donna intesseva un legame con il proprio passato. Legame indissolubile. Spesso la Fede sarda viene consegnata a una donna dalla propria madre nei momenti più importanti della vita, come la nascita di un figlio o il matrimonio. La fede sarda si porta nell’anulare sinistro, perché lì passerebbe la cosiddetta ‘vena amoris’ collegata direttamente al cuore. Un gioiello dall’alto valore simbolico, insomma, che avvicina l’uomo alla divinità, secondo la tradizione. Un accessorio conosciuto e apprezzato anche fuori dall’isola, un’idea per il vostro shopping in sud Sardegna. ... [+]

Artigianato nel sud Sardegna: opere d’arte dal fascino antico

Sardegna meridionale: mare, natura e importanti tradizioni. La cultura dell’isola è plasticamente rappresentata anche da oggetti di artigianato nel sud Sardegna che mani sapienti hanno forgiato con eccellenti risultati. E che portano nel mondo la bellezza della tradizione dell’isola. Con le tante materie prime che la Sardegna offre, infatti, vengono realizzate vere e proprie opere d’arte che vanno dagli oggetti d’arredo ai gioielli, unici nel loro genere. Eccellenze in diversi campi dell’artigianato, con peculiarità diverse in ogni zona dell’isola. Gioielli in filigrana, elegantemente lavorati, tessuti, ricami, cesti e panieri. La fede sarda in filigrana, gioiello artigianale sempre di moda Artigianato nel sud Sardegna: ceramiche e tessuti vere opere d’arte L’artigianato nel sud Sardegna è variegato e molto apprezzato dai turisti. Degna di nota la lavorazione delle ceramiche con le quali venivano realizzati utensili d’uso quotidiano fin dai primi insediamenti, che nei tempi si sono evoluti in particolar modo nella decorazione. La produzione di ceramica moderna riprende e ripropone ancor oggi i modelli antichi, con creazioni più tipiche e diffuse in tutta l’isola. Famose le ceramiche di Assemini, che hanno ricevuto addirittura un riconoscimento ministeriale. Nelle decorazioni che le contraddistinguono sono riprodotte immagini floreali, scene di vita quotidiana, agreste, come ad esempio le gallinelle e le pavoncelle; si possono tuttavia trovare le più recenti e moderne che riprendono disegni marini come il corallo. Altro pezzo forte dell’artigianato sardo è la lavorazione dei tessuti per realizzare arazzi, coperte e tappeti, ma anche tende e bisacce in lana, anticamente colorata con essenze vegetali. Opere di alto pregio, fungono da eleganti e caratteristici elementi d’arredo per la casa. Tecnica diffusa per la loro realizzazione è quella de “su trobasciu”, ovvero il tipico telaio tradizionale manuale sardo, spesso a caratterizzarli sono i cosiddetti “pibiones”, cioè pallini colorati, monocromatici bianchi, neri o color ocra, una sorta di nodo che crea una sporgenza che conferisce ai tessuti lavorati l’effetto ‘bassorilievo’. Un lavoro cui si dedicavano in passato le donne sarde, manifatture dietro le quali sta un grande, meticoloso, lavoro di finitura, che dà un grande valore ai prodotti realizzati e che nella storia antica sarda andavano a costituire l’intero corredo nuziale per le spose. Un’arte antica e preziosa che viene tramandata di generazione in generazione. I gioielli sardi: l’antico fascino della filigrana Artigianato nel sud Sardegna significa anche gioielli preziosi. In oro e in argento, con pietre di corallo incastonate, sono impreziositi dalla lavorazione in filigrana, tecnica artistica che consiste nella lavorazione ad intreccio di sottili fili d’oro e/o d’argento. Parliamo di spille, accessori che impreziosivano il costume sardo femminile, spesso utilizzate per fermare il copricapo oppure lo scialle insieme ad altri monili. Le spille erano realizzate in oro e avevano come decorazioni prevalentemente motivi floreali con una pietra di corallo al centro o di ossidiana onice. Non solo spille, ma anche orecchini a pendente, elegantemente ricamati, bracciali, collane, ciondoli e anelli, in particolare la famosa fede sarda. Preziosi in oro o argento caratterizzati da perle e coralli che simboleggiavano l’augurio della salute ed avevano valore apotropaico. ... [+]